• AnticaTenutaPalombo

    La Tenuta

    L’Antica Tenuta Palombo fu fondata ad Atina nel 1980 da Giovanni Palombo. I vigneti della proprietà si estendono per oltre sette ettari nel cuore della Valle di Comino che li racchiude tra i suoi verdi monti e li circonda di paesaggi mozzafiato.
    In questa valle le viti, sapientemente curate e coltivate a spalliera, trovano condizioni climatiche particolarmente favorevoli per la crescita e la maturazione delle uve, essendo naturalmente protetti dalle intemperie.
    In questa valle, contraddistinta da suoli di marne calcaree, viene così a crearsi un ecosistema unico al mondo che permette una vinificazione egregia sia di uve bianche che rosse, da cui vengono prodotti vini giovani e freschi, ma anche ottimi vini da invecchiamento.
    È questo il luogo migliore in cui poter dar vita e forma alla nostra passione per il vino.

    L’unicità della Valle di Comino è nota fin dal 1850, da quando, l’allora Ministro dell’Agricoltura del Regno di Napoli, Pasquale Visocchi, enologo e viticulture di Atina, iniziò a trapiantarvi alcune prestigiose varietà internazionali come il Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Sauvignon Blanc e Semillon.

    Cominciò così la straordinaria storia vitivinicola della Valle di Comino che iniziata con Visocchi culminò con il riconoscimento della prestigiosa DOC per Cabernet di Atina, ottenuta proprio ad opera di Giovanni Palombo, e che ha portato la Valle di Comino ad essere internazionalmente conosciuta per l’eccellenza della sua produzione vinicola.

    L’Antica Tenuta Palombo prosegue oggi con orgoglio questa storica tradizione.

    L’Antica Tenuta Palombo sorge nella Valle di Comino. Protetta dai monti del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la Valle è il luogo ideale per la coltivazione dell’uva. A questo si aggiunge la forza delle tradizioni vitivinicola e gastronomica, che da sempre rendono rinomata la Valle.   Infatti, da essa provengono prodotti tipici come il pecorino di Picinisco Dop e i fagioli cannellini di Atina Dop.

    Dal punto di vista naturalistico, la Valle e i suoi dintorni offrono agli osservatori paesaggi caratteristici e, talvolta, unici in Italia. Il lago di Posta Fibreno, così come quello di Cardito, sono oasi incontaminate in cui è possibile avere un contatto diretto con la natura: per rigenerarsi, e per riempire gli occhi di tali bellezze. E senza dimenticare le pittoresche Cascate di Isola del Liri che precipitando nel centro storico della cittadina ciociara offrono uno spettacolo unico al mondo.

    Ma la Valle e i suoi dintorni, oltre a essere stati teatri di eventi storici, ospitano due fra le più rinomate abbazie: Montecassino e Casamari. D’altra parte, la classicità è rappresentata da Arpino, città natale di Marco Tullio Cicerone.

    La Valle di Comino ospita anche eventi importanti che richiamano l’attenzione di pubblico e visitatori provenienti da tutta Italia.

    Ad Atina, infatti, hanno luogo l’Atina Jazz Festival e CantinAtina con una festa dedicata al Cabernet. Da ricordare sono anche il Festival delle Storie e, a Picinisco, l’evento legato alla tradizione agropastorale chiamato Pastorizia in Festival.